donne innamoratevi, l’italia ha bisogno di voi!

images

mi rivolgo oggi alle romantiche, a quelle a cui il cervello funziona fino a quando non si innamorano, a quelle che vedendo l’uomo o la donna dei suoi sogni diventano delle celebrolese, delle amebe che sghignazzano sornione  con l’amica e poi piangono abbracciate ad un pupazzo ascoltando di proposito le canzoni più tristi della storia solo per il gusto di farsi del male, e in quel dolore rivivere i più grandi amori della storia. Patetiche!

Ecco io sono una di queste patetiche, mi innamoro e disinnamoro con la facilità con cui metto il rossetto. certe volte però il mio cuore o il mio cervello o anche qualcosa più in giù mi fanno rimanere attaccata ad una persona più a lungo del dovuto con conseguenze gravissime.

io sono una ragazza intelligente, pratica e dinamica ma se mi capita una cosa simile divento incoerente, ossessiva, delirante, dall’umore  instabile.

passo dal sorriso ebete alla frase senza senso al pianto isterico alla scenata di gelosia nell’arco di 43 secondi.

poi, e qui vi prego ditemi che non sono da sola,  se mi innamoro divento una stalker.

se scopro che a lui/ lei piace un genere musicale o letterario inizio ad ascoltare o leggere quel tipo di roba anche se si discosta anni luce dai miei gusti, forse mi illudo di sentirmi più vicina, di capire quella persona più a fondo sfogliando le stesse pagine che ha l’hanno appassionata!  manco nell’800 le damine imparruccate erano così dementi quanto noi donne davanti ad un amore apparentemente impossibile!!!

un altro step è fantasticare su primo bacio, prima volta, il suo cognome con il mio nome, che so, io fantastico pure sul matrimonio e ancora non so nemmeno che sapore hanno le sue labbra.  quando ti innamori, qualsiasi età tu abbia torni sempre adolescente e non c’è rimedio!!!!

e poi arriviamo agli appuntamenti, faticati e sudati con la stessa fatica con cui un dentista ti estrae un premolare con la pinzetta per sopracciglia. perché lui/ lei è sempre impegnata, non ha tempo,  giorno libero, manco fosse il papa!! ( dovresti cominciare a pensare che il tempo si trova sempre se c’è l’interesse ma hai troppo salame sugli occhi adesso per essere lucida,  anzi hai un intero banco macelleria Ipercoop!)

e tu in attesa di quel giorno,

oltre a provarti i vestiti davanti allo specchio cercando di guardarti come vorresti che lui ti guardasse,

oltre a ripassare i fondamentali del bacio come facevi a 13 anni usando il poster di Fiorello staccato dal Cioè ,

ti metti  a creare delle frasi da dire per colpire nel segno, quelle frasi delle a voce calda, quelle frasi che lasciando intendere senza tradirti troppo, quelle frasi  che  poi , quando finalmente ce l’hai  davanti non riesci nemmeno a dire perché la lingua felpata fantozziana non permette di esprimere nessun suono.

vorresti dirgli il mondo intero ma sei bloccata: hai la faccia da orata al cartoccio, l’occhio da Bambi a cui hanno appena ucciso la madre e ti stai tormentando i capelli come nemmeno Ambra Angiolini a non è la rai faceva!

poi finalmente, non sai come, si preme il tuo pulsante di avvio e sei un fiume in piena , non riesci a frenarti, gli riversi una marea di frasi sconnesse, pericolose, sdolcinate che lo fanno ritirare come i tentacoli del polpo in acqua bollente., lui sgrana gli occhi e ingrana la marcia in 15 secondi esatti ti molla sotto ad un portone, poco importa se non sia il tuo! l’hai perso per non aver saputo aspettare il tempo giusto!

Poi con le nuove tecnologie è una rovina, le persone che ci interessano le cerchiamo su facebook e ne osserviamo i movimenti, cosa pensa? che ha linkato? odddiooo odddiooo è la stessa frase che ho letto io in un libro nel lontano 1989, questo è amore !!!!

siamo delle pazze patetiche,  cerchiamo le persone che ci interessano su google, le vediamo collegate su whatsApp e ne studiamo i movimenti in base all’ora ed è un continuo bruciare i neuroni chiedendo cosa farà, che dirà, con chi si sentirà, mi penserà???

Ovviamente io sto parlando di quelle cotte che facilitano la combustione di neuroni e l’apertura di ulcere allo stomaco e sono quelle dove lui/ lei non ti caga manco per sbaglio!

perché ci sono anche storie che sono più semplici, dove non c’è bisogno di prendere il lexotan o consultare la cartomante telefonica, quelle cotte dove soffri un po’ non sapendo se sei ricambiata, poi lo scopri e ti vivi quella storia o giri pagina e te ne vivi un’altra.

ma nelle cotte dove non sai se sei ricambiata, dove  lui o lei non ti fa capire nulla, o c’è di base una difficoltà come lontananza, terze persone e caratteraccio strafottente, amici ostili e draghi sputafuoco e muri invisibili, tu ci muori dietro a questa cosa, perchè a noi donne piace la difficoltà, non riusciamo a essere obbiettive e a metterci una pietra sopra, no! noi con il nostro spirito di crocerossina dobbiamo arrivare, ottenere, scavare a qualsiasi costo, più non si  fanno sentire più tu ti arrampicherai sulle antenne Vodafone per avere la certezza che il telefono prenda bene, più  non risponderanno ai tuoi 7923 sms più tu gliene manderai e sarai li con la faccia a cuoricino convinta che  ti stiano pensando e non ti possano rispondere perché gli stanno amputando le dita della mano mentre invece  se è una lei starà facendo una manicure, se lui è intento a giocare con la xbox con gli amici e i tuoi messaggini sono solo un fastidio di sottofondo.

e se io fossi lucida e senza peccato andrei casa per casa a trovare questa figura mitologia metà donna metà testa di cazzo e la scuoterei, la picchierei ben bene dicendo :

<e no cara amica, inutile che tu pensi che lui ti pensi! non ti pensa altrimenti anche lui farebbe l’ebete dietro al telefono e risponderebbe ai tuoi segnali di fumo e piccioni viaggiatori

e se non ti vuol vedere non è perché non può ma  perché non gliene fotte una beata fava

e se ha una ragazza stai serena che non la molla per te, inutile che passi davanti le gioiellerie immaginandoti il giorno in cui  ti comprerà l’anello.

ed è inutile ascoltare la sua musica  per altro così tamarra che t’hanno denunciato per disturbo della quiete pubblica

ed è stupido pure comprare il suo bagnoschiuma per sentire sempre il suo odore  e scodinzolare ogni qual volta si ricordi per caso di te,

inutile ricamare tele di amore passionale su ogni smile che ti manda convinta che dietro un sorrisetto disegnato ci sia un grande amore, è solo un fottutissimo smile per levarti dal cazzo!

no amica mia, non lo farai diventare tuo, non lo trasformerai, non è scavando tra le sue foto o comprandoti della biancheria nuova che lui verrà da te,

se non è già li con te a stringerti le mani ,come cita un film, la realtà è solo una,

<la verità è  che non gli piaci abbastanza.>

trovatene un altro e ricomincia a farti del male con questo.

la tua ulcera ne risentirà ma in compenso avrai una meravigliosa discografia di artisti una vasta libreria e con tutte le mutande sexy che ti sarai comprata avrai fatto girare l’economia italiana!

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...