l’estate sta finendo

c’è un periodo dell’anno che io adoro è quel periodo è giugno, a giugno faccio il cambio di stagione, esco tutte le gonne i vestiti e le canotte e soprattutto mi tatuo delle infradito che non leverò fino ad ottobre.

adoro l’estate, la adoro perché in estate puoi fare quello che vuoi, essere chi vuoi, d’estate conosci gente nuova che farà parte della tua vita, d’estate non hai orario, meta o seccature.

la mia estate inizia quando i miei amici lontani chiudono le valigie e mi dicono che stanno per scendere.

la mia estate è un susseguirsi di uscite, poco importa se è lunedi, all’ostello ci sarà sempre qualcuno,

la mia estate è un incrociarsi di cene per festeggiare chi è appena arrivato tra 4 o più bottiglie di vino,

la mia estate è fare una gita fuori porta in macchina cantando stonatissimi canzoni all’andata e dormendo uno sulla spalla dell’altro al ritorno

la mia estate è fare shopping con gli sconti, è abbracciare la pelle abbronzata con l’ascella commossa , è ridere fino a tardi finché qualcuno non ci urla di andare a dormire, è vedersi senza un perché , solo per il piacere di stare fuori, di prendere aria, anche se in centro fa più caldo di casa mia,

l’estate è una grigliata e un bagno in piscina, è controllare il portafogli vuoto ma uscire lo stesso, l’estate è progettare un tatuaggio che non farò, dare da bere a dei cani trovatelli che non rivedrò, ascoltare delle canzoni da un cd vecchissimo trovato nella macchina di qualche amico.

l’estate è anche la stagione dei compleanni, quest’anno sono stati i miei trenta, dovrei già essere matura, pensare al futuro ed invece ero concentrata sull’organizzare l’ennesima festa a tema, dove le persone più care si vestono si divertono e ti fanno un regalo pensato per dimostrare che a te ci tengono,

chissà se l’anno prossimo ci saranno ancora questi amici, se ci sarò io, se ci sarà voglia di festeggiare ancora il compleanno dicendo sempre che sarà l’ultimo così stupido ma non potendoci rinunciare mai.

ora gli amici hanno chiuso le valigie, tornano a lavoro e rimettono le scarpe chiuse e le maniche lunghe,

il tatuaggio non lo farò nemmeno stavolta, lo so già, gli amici lontani  sarà difficile vederli d’inverno, la tua abbronzatura va via a macchioline e il tuo umore sta già cambiando, ti aspetta un periodo di film a casa e pigiamoni pesanti,

non c’ho voglia di rimettere le scarpe chiuse, non c’ho voglia di non uscire perché piove.

come tutti i settembre ho la “mala”, non ho più scuse, devo cercare l’ennesimo lavoro, devo fare i conti con tutte le seccature che d’estate si nascondono sotto la sabbia della spiaggia.

senza partire ho la sindrome da costa crociere, perché so già che tutto questo mi mancherà

perché questa estate come tutte le altre è stata la più bella che mai.

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...