il toy boy

index

<ciao tesoro >

<ciao , ma sei splendida! sei un fiore, sei radiosa ma che hai fatto??>

<hai ragione sono al settimo cielo, non sai che ti devo raccontare>

<dimmi tutto>

<ho scoperto l’elisir di lunga vita, non sai come sono felice>

<ma si vede, cavoli devi dirmi che crema è? sei diventata vegetariana?  dormi in qualche posizione ascetica? ti prego dimmi il tuo segreto>

<se te lo dico, mi giuri di non giudicarmi?>

<giuro! croce sul cuore potessi morire>

<mi sono fatta il toy boy!>

<il toychè??>

<si sto con un tipo, un tipo più piccolo>

<più piccolo di che, di statura??>

<nooo scema d’età, ha 25 anni!>

<e tu…tu ne hai 40> è più forte di me devo giudicare anche se prometto…anche se mi sforzo… è nella natura umana cercare di capire… ciò che non capisce!

<si ma ora va di moda e io capisco il perché, lui è allegro, solare, divertente, non quei musoni che leggono libri impegnati, pensano alla carriera e al lifting dello scroto. E poi lui mi presenta agli amici, ha tanti interessi, mi porta a ballare…>

<e magari ti dice bella zia! magari ti saluta con pugno contro pugno, magari ti chiede di comprargli che so… lo zaino per la scuola. Ma almeno guida? ce l’ha un lavoro? e la famiglia lo sa che esce con te che saresti più o meno dell’epoca dei dinosauri?>

<lo sapevo che mi giudicavi.>

<ma non che non ti giudico o meglio si che lo faccio, è inevitabile, vi sbagliate di 15 anni è un’altra generazione, gli puoi correggere i compiti, al massimo. A lui tira alla grande tu sei nella strada della secchezza vaginale. Quando lui andrà a ballare coi jeans sotto al culo tu c’avrai la borsa di Prada, ti sentirai una disadattata, ti guarderanno come se fossi la madre che cerca il figlio nel bagno e poi quali sono questi interessi>?

< fa il cosplayer> il tono di voce si abbassa, è sulla difensiva.

< scherzi? fa i giochi coi pupini? si veste da elfo>? e tu che avresti da prendere da uno così, o ancora meglio, da offrire>?

<tu non capisci>

<ma di che parlate? dove andate a mangiare? tu sei una che frequenta i ristoranti bio, con lui dove vai al mc donald? lo sai che lui andrà a dire in giro che c’ha la milf!>

<ascolta, forse sei solo invidiosa, io e lui ci divertiamo alla grande, mi fa scopare da dio, non ha nessuna di quelle paranoie che i nostri coetanei hanno, lui mi ha ringiovanita, mi sta facendo vivere di nuovo i 20anni>

<si ma a che pro? non lo porterai da nessuna parte perché ti vergognerai della sua felpa dei Simpson ,quando tu vorrai figli e matrimonio lui starà giocando con la play station. Ma sono finiti i maschi buoni che ci dobbiamo accontentare di crescere dei germogli?>

la mia amica si alza, paga il conto e se ne va incazzata.  mi dice che non capisco, che sono la solita bacchettona con le idee borghesi di marito perfetto, steccato bianco e cane di razza.

no cavolo, io non sono bacchettona, ho solo bisogno di metabolizzare la cosa.

torno a casa e con l’alcol dello spritz in corpo rielaboro i pensieri .

E se fosse vero? e se ad una certa età il migliore antirughe fosse un ragazzo universitario? Se  bastasse questo a farci sentire giovani anzichè fare le cambiali dal chirurgo e la fila in parafarmacia a prendere le bacchi di goji?

e se, come dice madonna, questi, ci facessero sentire come delle vergini, toccate per la prima volta?  e se potessimo rivivere una seconda volta la nostra giovinezza, al fianco di un ragazzino che ci faccia sentire importanti e vive proprio per la nostra maturità? non dico che dovremmo calzare minigonne e felpe di Minnie, saremmo ridicole e inappropriate ma possiamo essere noi stesse, bagnarci della loro giovialità e goderne in pieno.

se bastasse un ragazzetto che, facendoci sentire ancora belle e desiderate e fregandosene se siamo donne in carriera sull’orlo di una crisi di nervi o disperate gattare casalinghe, forse prenderemmo meno Valeriana la notte per dormire e sarebbe la cura a molte paturnie di noi donne di questa cavolo di età.

un mese con un ragazzo nel pieno degli ormoni, con le braccia ancora sode e abbronzate che ci sovrastano, una scorrazzata sulla vespa, una pizza da due soldi mangiata mano nella mano, niente ristorante del cazzo con la prenotazione, niente vernissage, niente “ape” con i colleghi in giacca e cravatta.

tu e lui, giovinezza e saggezza, spensieratezza e certezza, tacco 12 e scarpa da ginnastica consumata. baci che sanno di gomma da masticare.

sai che magari la politica del toy boy funziona?

cavoli, a pensarci bene forse un toy boy nella vita ci vuole, almeno per un po’, almeno chi non ha esigenze di famiglia “mulino bianco”

mi sa che domani andrò ad adescare ragazzini !!!

ma col culo che ho, mi ritroverei un maturando brufoloso che gioca a Dungeons and dragons.

save me!

,

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...