l’uomo che ama

l’ho trovato

gente, l’ho trovato!

più raro dei panda, più affascinante dell’aurora boreale, più inafferrabile di Lupin.

è l’uomo innamorato.

si presenta proprio così, te lo dice subito che è innamorato della sua donna con cui sta da una vita, e ti dice pure che si vuol sposare.

e tu senti mancare le ginocchia, se sei single maledici lei e la sua fortuna, se sei in coppia vorresti fulminare il tuo lui, per non andare in giro a proclamarsi innamorato di te in tal modo.

vorresti baciarlo li su due piedi solo per quell’occhio languido che c’ha quando te lo dice, ti sei innamorata del suo essere innamorato.

e tutto questo insieme ti fa venire voglia di credere ancora nell’amore.

ora, visto che io sono, una ricercatrice di minchiate che già tutti sanno, ho preso questo pover’uomo e l’ho analizzato come un topino da laboratorio.

lui mi leggera e mi perdonerà per  questa similitudine ma ho avuto il suo consenso.

mi sono fatta spiegare per filo e per segno la sua storia, mi sono emozionata, mi sono invidiata e alla fine mi sono complimentata.

mi ha raccontato con candore che la sua storia comincia dall’attrazione fisica, come tutte del resto, ma che la ragazza in questione è stata un osso duro ed è riuscita a farlo andare oltre la sessualità del momento, facendo si che lui si innamorasse di lei piano piano, si legasse ai suoi difetti e ai suoi pregi, al suo modo di sostenerlo e guidarlo e alla sua forza e anche alla sua debolezza.

insomma quello che di solito fanno tutte le donne però con gli uomini sbagliati!

in quel momento erano l’uomo giusto e la donna giusta!

ovviamente anche lui ha avuto momenti di sconforto, momenti in cui credeva di essersi disinnamorato e ha sbagliato, ha commesso il più classico degli errori.

ma per qualche segno del destino ( che se c’è si diverte a giocare con noi) ha rischiato di perderla. ed in quel momento, si è accorto di quanto la sua presenza fosse indispensabile, di quanto l’amore fosse solo assopito e nascosto dalla routine ma c’era ed era li che pulsava per averla ancora.

dopo aver asciugato le lacrimucce, perchè, come sappiamo, l’erba del vicino ci sembra sempre più verde e quindi la sua storia sembra più bella della mia, sono arrivata a tre conclusioni.

una la conoscete già. da brava libertina quale sono, sembra una nota stonata che esce dalla mia bocca ma purtroppo è così.

se te lo vuoi tenere, non gliela devi dare. devi essere curiosa, misteriosa, devi essere la vincitrice, la donna da scoprire e spogliare piano mentalmente e fisicamente

di conseguenza, non ti devi buttare nemmeno con la rompicoglionaggine, non iniziare a essere gelosa, possessiva, a riversare su di lui tutto il tuo vaso di pandora, le tue aspettative e le tue paranoie. aspetta, la parola d’ordine è aspetta, un tempo per ogni cosa.

la seconda scoperta è che i maschi amano, a modo loro ma amano,almeno una donna nella loro vita l’hanno amata e spesso fanno cazzate e vanno perdonati, anche stavolta, almeno una volta, vanno perdonati e capiscono che tengono a noi quando ci stanno per perdere.

ora, non sto dicendo che li dovete fare vivere sull’orlo del precipizio, alternando i vostri “ti amo” ai “crepa stronzo muori solo”, però non sbragatevi, anche qui, ne fisicamente ne mentalmente.

terza cosa che ho capito, è che le cose accadono per congetture… le cose succedono quando devono succedere, quando, come per le maree, c’è il momento giusto.

non siamo noi che siamo sbagliate o tutti gli uomini che sono bastardi. da qualche parte c’è quello giusto che con la luna giusta e la voglia giusta si innamorerà follemente di voi

l’amore non si forza, se ha da scattare, scatta, se non scatta non ci si può fare nulla.

non aspettiamoci evoluzioni al trapezio da chi fa il clown al circo.

ps: voglio tranquillizzare i lettori che non sto rivalutando l’amore.

non è vedendo una scia in cielo che andrò a credere negli ufo!

pace sorelle!

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a l’uomo che ama

  1. Baol ha detto:

    Si ama, assolutamente si ama e si ama anche contemporaneamente, a volte. Se si possono odiare più persone perché non se ne può amare più di una???

    • easylady ha detto:

      fatti non fummo per viver come monogami…. non era così????
      però stavolta volevo scrivere una cosa sdolcinata e seria… non ci riesco vero??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...