fingersi morti come gli opossum

lo so, lo so che ho detto che non si fa… lo so!

lo so che ho detto che noi donne non dovremmo fingere gli orgasmi perchè non ci danno nessun premio oscar come attrice NON protagonista

lo so che ho detto che se vogliamo far si che il nostro uomo ci soddisfi dobbiamo stare li e perderci del tempo anzichè strillare qualche vocale e invocare alcune divinità.

lo so! però sono obbiettiva e dico che certe volte la tecnica di fingere è utile, come gli opossum che per non essere predati si fingono morti, noi per non essere stressate ci fingiamo impegnate, malditestamunite o se cediamo, capita che certe volte fingiamo amplessi rapidi e coinvolgenti per tornare alle nostre faccende.

fingere è sinonimo di così tanta roba che non ne entro nemmeno nel merito, può esserci in atto un tradimento, può essere finita la passione o c’è un disturbo psicofisico, non importa, sarebbe meglio comunque evitare perchè non porta a nulla nei rapporti a lungo termine e porta a infondato vanto al bar con gli amici per quei rapporti  da una botta e via.

certo è che con le nuove tecnologie anche la finzione di deve adattare. ormai c’è il sexting, il sesso virtuale fatto di messaggi, video, foto, skype, registrazioni audio.

bene, la cosa può essere intrigante, una “masturbazione assistita” la si può sempre provare accompagnata da un leggero dirty talking, una o due foto spregiudicate le tolleriamo anzi, ci interessano, è bello essere portate ad un ottimo livello da roba che fondamentalmente non è qui vicino a noi, però poi, alla seconda, terza, quarta volta che lo chiedete…ve lo dico ragazzi, noi fingiamo pure li.

sappiate che abbiamo il pigiamone di flanella anti sesso e ce lo abbassiamo solo per farci la foto, non c’è nessuna mano che sta li per voi, e la registrazione vocale sono gargarismi col colluttorio e i video o le video chiamate ve le facciamo fare per non far soffrire il vostro fragile ego ma non è detto che sempre noi si viene.

Comunque non prendete tutto ciò che dico per oro colato, io analizzo un campione, sono come l’Istat, magari per una donna che finge due vengono davvero, voi però non fatevi false illusioni specialmente quando è tutto un castello in aria e se adduciamo scuse per più di due volte, alla terza vi stiamo accontentando quindi ci sono ottime possibilità che faremo gli opossum.

 

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a fingersi morti come gli opossum

  1. papillon1961 ha detto:

    Gentilissima funzionario ISTAT, reco una umile testimonianza, o meglio, impressione (quindi mi potrei sbagliare).
    Penso che ci sia recitare e recitare. Mi è parso, talvolta, che la suddetta recita fosse una vera e propria interpretazione teatrale (preliminare) dove l’attrice seduce e conquista il proprio pubblico fino a nutrirsene, in una forma di narcisismo e autocompiacimento.
    Morale, quando si recita, bisogna sentire la parte.. e allora ci sta anche qualche dolce miagolio femminile o qualche garbato atteggiamento machista.
    Ora mi raccomando: tutti davanti allo specchio a far la prova per la prossima recita! Infatti molti selfie che vedo, mi paiono proprio le prove generali di quel che ho detto…

  2. easylady ha detto:

    quindi la recita parte dall’inizio… dalla conquista… e quindi fammi capire alla fine ci tocca fingere perchè nonostante il nostro interesse non siete bravi o perchè lo spettacolo deve andare avanti?… io e te dipingiamo una società tremenda! ti stimo!

  3. Pinzalberto ha detto:

    Siamo semplici cacciatori, ci basta credere di aver ucciso la preda e siamo contenti. Cmq se vuoi mandarmi qualche foto spostando il pigiamone nelle parti più interessanti, a me va bene ugualmente…. 🙂

  4. easylady ha detto:

    si diciamo che non apro mai allegati sul bus perchè sconvolgerei le badanti rumene che ci sono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...