la patata bucata

oggi mi arriva una mail, è la mia collega che ha da raccontarmi la sua nuova stramba avventura.

la leggo, rido con le lacrime perchè la mia fervida immaginazione mi consente di vedere tutto, fotogramma per fotogramma e decido in accordo con lei di inserirla nel blog.

ovviamente, se vi ricordate, è la stessa collega a cui era stato proprosto di fare sesso on line con un dottore. oggi invece l’avventura è con un tatuatore. sembra un romanzo hard a puntate ed invece è la sua vita, o meglio la vita di ogni 30enne carina con un minimo di vita sessuale che incontra tipi altamente strampalati.

ma cominciamo!

la mia cara collega decide che è il momento di fare un piercing, ma non all’orecchio o all’ombelico, un piercing proprio li, alla patata, invisibile al mondo intero ma una piacevole sorpresa per chi sa cercare il tesoro nascosto. la pensata le viene durante un raduno di motociclisti dove incontra un tatuatore che presso il suo stand si propone di farlo all’istante.

ovviamente devono vedere se si può fare. Non tutte le patate possono averlo. Lui mette i guanti, lei si toglie i pantaloni e si sdraia.

Lui comincia a masturbarla professionalmente, intanto canticchia. Deve essere duro per acchiapparlo, tirarlo con le pinze identificando il muscolo per poter bucare dietro.

lei ovviamente è in imbarazzo cosmico, è peggio che andar dal ginecologo perchè qui non ti devi rilassare, anzi, ti devi eccitare davanti ad un perfetto estraneo che tra qualche secondo ti deve forare il clitoride. poi le donne che di solito sono pure lente a venire in condizioni normali, in quella situazione la fatica diventa tripla.

Il tatuatore chiropratico molto “pratico” cerca di aiutare la cliente a tirar fuori questo benedetto muscolo e qui non posso che riportarvi il discorso diretto dei due perchè raccontarlo leverebbe il divertimento:

tatuatore: c’è qualcosa che potrei fare per aiutarti?

collega a cosce per aria: NO!!! Sei sposato!

tatuatore: eh, sì ma che c entra? Mia moglie fa lo stesso lavoro. Perchè, se non fossi sposato?.

collega a cosce per aria: posso toccarti il fianco? (Oh, dovevo arrivare sul punto di venire per procedere.. e lui era pure ben piazzato….)

tatuatore: puoi fare quello che vuoi.

Ok, capita l’ antifona, lei doveva eccitarsi, lui lo era stranamente già ed in tutto questo scoprono  che lui non ha dietro le pinze adatte alla sua patata. ci riprovano più e più volte ma alla fine prendono un appuntamento in studio.

tatuatore:  “In studio non potrò tenerti un’ora in cabina, ci sarà mia moglie”.

collega a cosce per aria : “Be, tu lo saprai prima, quindi in caso mi chiami e spostiamo la data. Non voglio bucare la mia amata patata senza regalarle un po’ di dovuto piacere anestetizzante”.

tatuatore:”Va bene ma finisce li vero? Io sono sposato”.

collega a cosce per aria: “Meglio, questo ti aiuterà a restare professionale”.

che dirvi?

1) donne che sposare un tatuatore sappiate che lui fa scodinzolare di piacere le clienti più esigenti ma sappiate che lo fa solo per lavoro ( o almeno si spera).

2) ho scoperto grazie a questo racconto che fare un piercing alla patata è più impegnativo di quanto credessi.

3) i maschi davanti alla patata non restano professionali nemmeno a volerlo e ora guarderò il mio ginecologo sessantenne baffuto con malcelato schifo.

4) adesso voglio trovare una patata col piercing e per par condicio pure un pisello inanellato e studiarli da vicino, mi sono incuriosita a bestia.

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a la patata bucata

  1. vittoriot75ge ha detto:

    Beh dai, quella del ginecologo è una storia nota 😀

  2. Pinzalberto ha detto:

    Non lo sapevo di come s ifacesse a bucare…. ehm…lì. Cmq confermo: i ginecologi sono quasi tutti dei maiali e scelgono quella specializzazione unicamene per quello scopo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...