armonia

d670i18835h141847

quando si è giovani ed inesperti non ci si fa caso, si pensa a far l’amore per romanticismo, a creare la perfetta atmosfera, a proteggersi da gravidanze o malattie o a fare numero o numeri per poi vantarsi con gli amici.

non si bada all’armonia che si deve creare affinchè un rapporto sia veramente godibile.

non ci si fa molto caso, o almeno io non ho mai prestato attenzione alla vera intesa sessuale, infatti il mio primo orgasmo l’ho avuto per puro caso ben 4 anni dopo la mia prima volta.

quando perà raggiungi la tua maturità sessuale ( non fisica ma mentale) e capisci cosa ti piace e cosa no, come ottenere piacere e come darlo, cosa ti fa stare a tuo agio e cosa no, vai alla ricerca della persona “perfetta” o della persona con cui ci “si può lavorare” anche in ambito sessuale.

e la ricerca del giusto partner così, diventa ancora più ardua. non solo deve rispondere a caratteri estetici, intellettivi, economici e pratici, non solo deve saperci fare a parole, scaldarci l’anima, farci ridere, coccolarci, essere intraprendente, interessante e stimolante, deve essere anche una forte intesa sessuale.

e non sempre, se non c’è è facile da creare ma soprattutto, con la maturità dei trentanni, è la cosa che se si sbaglia, può mandare a puttane tutta la parte teorica del rapporto sentimentale.

perchè lui/lei possono essere anche persone speciali che fanno breccia al cuore, ma se nella parte pratica non ci sanno prendere, a lungo andare… prova oggi e tenta domani… finiremo per logorare il tutto.

ovviamente l’intesa sessuale è del tutto soggettiva, ognuno la vive e la interprenta secondo le proprie necessità, voglie ed abitudini ma a mio avviso deve essere più o meno così:

il perfetto amante sa farti sciogliere con un bacio, sa sussurrarti all’orecchio dolcezze e sconcezze fino a farti vibrare ancora vestita.

ha conoscenza del suo corpo e dei suoi tempi e cerca qualora non lo capisse subito, di conoscere i tuoi tempi ed il tuo corpo.

dovrebbe avere quella discreta esperienza che gli consente di non usare le tue tette come campane di notre dame, di non spadellarti il monte di venere convinto che sia il clitoride, di non leccarti a farti un pigiamino di saliva anche dove non serve ecc ecc…

dovrebbe fare un sesso normale, creando delle eccezioni una tantum per renderlo intrigante, perchè se tutte le volte che dobbiamo fare l’amore, tu tiri fuori manette e frustini, diventa abitudine e non trasgressione.

deve essere dolce, sicuro, sensuale, deve farti le coccole e seguire il bisogno del tuo corpo.

deve darti sicurezza e protezione, non chiederti cose che tu non vuoi fare, non forzarti.

il sesso è un sottile filo dove due persone stanno in equilibrio, basta poco per farne cadere una giù. l’ideale è comunicare, dire con delicatezza dove si eccelle e dove si pecca.

un compagno che mi tromba a coniglio, che viene di fretta senza dare spazio a me, uno che invece mi chiede sempre qualcosa che a me non piace, uno che non viene mai, uno che ha scarsa igiene, uno che tratta il nostro corpo come una bambola di gomma, uno che non vuole prendere precauzioni, uno che non sa indossare un preservativo, che non conosce i suoi tempi, che non ci chiede e/o capisce che quella cosa ci piace o non ci piace, uno che scambia mugolii di fastidio per rantoli di piacere, uno che ci spinge negativamente oltre i nostri limiti o semplicemente uno che ha misure, odori, sapori lontani da quelli che ci piacciono, renderà l’attività meno piacevole di quanto può essere.

così come uno non sicuro di se stesso, uno che chiede troppo, che scopa da manuale, che lo fa nel modo dei porno, uno che è al contrario troppo sicuro e non perde tempo a capire se a noi sta piacendo davvero, creeranno una frattura che avrà ripercussioni anche sentimentali, qualora stesse nascendo qualcosa. e ci faranno chiedere se noi vogliamo davvero un uomo che ci faccia godere ( o non godere) in quel modo li.

stasso discorso vale ovviamente per le donne.

se rifiutiamo qualunque cosa vada oltre il sesso tradizionale, se non sappiamo capire cosa ci chiede, se non sappiamoa scoltare i suoi bisogni, se non lo sappiamo dirigere verso i nostri (perchè parlarne pare male) se non riusciamo a cedere a qualche compromesso, se abbiamo sempre mal di testa, se non sappiamo tenere le redini del rapporto, se facciamo le cose meccaniche, senza passione.

ovviamente la drammaticità della situazione si evidenzia quando a letto si sta da dio ma la relazione sentimentale fa schifo al cazzo e tu, per amore del cuore, devi rinunciare a quegli orgasmi strillati come maria callas, perchè tra voi non riesce a funzionare.

ora, prima di finire tutti per amare qualcuno e scopare con tutti gli altri, il consiglio che posso dare è di non perdere troppo tempo a finire a letto assieme, provarsi subito, anche due tre volte ( perchè magari le prime tra emozione, ansia e poco conoscenza, si fa fatica) e solo poi mettere pure in gioco i sentimenti, solo quando si è capito che orizzontali si sta bene, passare pure al viversi verticali.

invece no, noi abbiamo questa concezione di merda che se la donna la da subito è troia e non va amata, se l’uomo la chiede subito è porco e non merita approfondimento.

no no e no! è come comprare un vestito, bisogna provarlo,è come andare al ristorante etnico, bisogna assaggiare prima di dire di no!

provatevi, assaggiatevi, vedete se c’è armonia, createla, mescolatevi odori, sapori, vedete se quella persona può darvi qualcosa di nuovo, se vi piace come vi ama.

per ogni cosa ci vuole pazienza e armonia, ci vuole equilibrio, ci vuole intesa, è come fare una torta, si devono avere i giusti ingredienti, altrimenti riesce una schifezza nonostante la giusta ricetta e tutto l’amore del mondo. e’ come suonare uno strumento, come fare un ricamo, come fare qualunque tipo di arte con amore. non ci si può accontentare , non si può fare finta di nulla, o si vive insoddifatti e si va a cercare altrove.

ma quanto è difficile però trovare la persona che ti lasci spossata, felice, estasiata, che ti faccia pensare a quanto vorresti farlo ancora ed ancora che plachi la tua fame e ti stuzzichi l’appetito, che sia quel giusto mix che ti faccia stare bene, che sia la persona giusta che ti faccia stare nuda senza problemi. come coi sentimenti, anche con la sessualità, ce ne vorranno tanti prima di trovare il giusto incastro.

pensateci bene prima di accontentarvi perchè, per la parte sentimentale potete pure dire che non vi piace più, che è cambiato che non vi ama come credevate, per la parte sessuale cosa gli dite?

<dopo tre anni, caro, devo annunciarti che tutti i miei orgasmi erano finti?>

<dopo sei messi trovo il coraggio di dirti che il pompino coi denti che mi fai mi ha rigato l’uccello>?

 

quindi io lo dico a voce alta: aprite prima le cosce e poi il cuore.

lo so che suona strano, lo so che prenderete batoste ma volete davvero stare con uno che vi dia due colpetti gnugnendo e si accasci accanto a voi non capendo neppure che non vi siete manco sfilate i collant?

 

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

2 risposte a armonia

  1. "Cippe's" ha detto:

    Complimenti!!!! Clap, clap!!! Bellissimo post su cui mi trovi pienamente d’accordo! Stessi pensieri ancora una volta! Brava! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...