che musica ascolti

prinsip keseimbgan

Ma a te che musica piace? Che cosa ascolti?
Quando mi fanno questa domanda mi si gela il sangue nelle vene. Che cosa ascolto… come glielo dico, come glielo spiego?
Non ho mai avuto un genere preferito, non ho mai seguito un filone musicale, ho sempre ascolticchiato qui e li e quando qualcosa mi piaceva l’ho fatta mia. Passando dal rock al pop, dal nazionale all’internazionale, dalla musica di protesta alla canzoncina trash da capodanno tra checche.
Ho la musica per scrivere, la musica per emozionarmi, la musica per ballare, quella per piangere, quella che mi fa fare le cazzate con gli amici, dal pulcino pio obbligatoria per i compleanni dopo la terza vodka a tiziano ferro, colonna sonora di ogni fine rapporto sentimentale, ai carmina burana quando devo fare le pulizie a lene marlin compagna di lacrime disperate quando il mio primo fidanzatino era partito militare e io avevo uno stratosferico ritardo mestruale.
Ma ciò che non riesco a dire è che la mia cultura musicale, a parte averla sciacallata da amici e parenti (sono cresciuta con un padre che ascolta i deep purple e una madre che ascolta gianni morandi) la mia cultura musicale quindi è fatta, per la maggior parte, dalle canzoni che ho assorbito nel corso della mia vita dai miei ex.
Ecco si l’ho detto. Due tre canzoni da ogni uomo , meteora o fidanzato o amante passeggero, o flirt estivo che è passato dalla mia vita. Ecco che nel corso degli anni ho costruito la mia colonna sonora.
Tranne 10 anni della mia vita consacrati personalmente a max pezzali prima e dopo gli 883, ho passato la mia vita ad assorbire musica di riflesso. A sentire ciò che sentivano gli altri e se qualcuna riusciva ad emozionarmi, coinvolgermi, appassionarmi, correvo a scaricarla ( o 20 anni fa registrarla su cassetta dalla radio con tanto di voce del dj che ne rovinava sempre il finale) per poi ascoltarla in loop e pensare al lui di turno che me l’aveva dedicata o me l’aveva “prestata”. Si perchè quando due persone sono interessate, si prestavano la musica, si facevano i cd con le canzoni più belle e lo si regalava per condividerle, per vedere se si aveva lo stesso gusto o ci si poteva scambiare i generi per poi odiarle e piangerci su una volta finito l’amore.
Ovviamente poi, quando una canzone ti lascia quel ricordo, di regala quel brivido, quando la sentirai, ovunque la sentirai, resterai sempre pietrificata per qualche secondo a sorridere pensando all’esatto momento in cui l’hai sentita.
Mi è capitato quando ho sentito Lola (una canzone semi sconosciuta) in un negozio quando 2 giorni prima una persona di cui mi stavo innamorando me l’aveva dedicata mi ha fatto bloccare sorridente ed imbarazzata davanti alla commessa che mi porgeva lo scontrino
E che ingrifamento quando mi capita di sentire le Tatù, perché mi ricodano l’infoiamento ormonale dei miei vent’anni quando ho fatto l’amore passionalmente con le loro canzoni nel letto singolo della stanza di un tipo.
E quanto ho ballato chiusa nella mia stanza sentendo i linkin park e maledicendo chi me li avesse fatti ascoltare per la prima volta
E quanto ho scritto con einaudi nelle orecchie senza mai dormire, quando era morta mia nonna.
E do danzato col gatto sulle note della colonna sonora di Amelie e passato l’aspirapolvere cantando le canzoni di raffaella carrà e fatto viaggi in macchina in 5 strillando stonati vacanze romane.
Ma quello che più mi fa sorridere è che le canzoni che ascolto sono canzoni che ho assorbito dagli altri, la mia cultura musicale è creata sulle scelte degli altri che mi sono state passate per osmosi.
Al mio ex piacevano gruppi socialmente impegnati e io subivo passivamente documentandomi su questo tipo di musica fino a farmeli piacere.
Quell’altro era fissato con ligabue, e io giù ad ascoltarlo fino a trovare una canzone che fosse nostra o fino a trovarne una che nel suo mucchio mi piacesse
Quello che invece ascoltava solo marilin manson? Bene, lo ho ascoltato pure io fino a farmelo piacere.
E via così passando dal far l’amore con baglioni che stride su un vecchio mangianastri, alla canzone dance per la mia prima limonata in discoteca per terminare con la musica neomelodica napoletana che il mio primo fidanzato ascoltava.
Si gente, posso sembrare una donna spavalda e moderna, ma anche io, per un periodo limitato della mia vita, ho ascoltato quella roba strappalacrime tra lui che è in galera con la fidanzata incinta che deve abortire ed intanto ha l’amante che deve nascondere e i genitori di lei che ostacolano il grande amore ma alla fine si sposano tutti. Praticamente una telenovelas cantata in rima. Si, ho subito nino d’angelo e gigi d’alessio, ero giovane, ero moooooooolto giovane ma non posso rinnegarlo, fa parte della mia formazione. Come quando all’università studi filosofia della scienza che sai non servirti ad un cazzo ma è li, fa parte del programma di studi e ti tocca!
Ecco che purtroppo o per fortuna posso davvero dire di aver ascoltato di tutto, davvero di tutto, e quello che mi ha fatto emozionare l’ho messo nella playlist della mia vita.
Quindi in fin dei conti devo ringraziare tutti i miei ex per la musica che mi hanno passato e per qualche cd che non ho mai restituito!

Ecco perché non posso dire, quando me lo chiedete che musica ascolto, perché dovrei dire tutta, dovrei dire, la mia, dovrei dire quella che ho amato e mi hanno fatto amare e sarebbe troppo complicato spiegarvi, anche se so che pure per voi è la stessa cosa

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

17 risposte a che musica ascolti

  1. Pensieri Liberi ha detto:

    io invece, che posso essere considerato una “spugna” come te su tanti altri aspetti, ho sempre rifiutato di essere influenzato dalle altre nei miei gusti musicali. Sono troppo geloso delle MIE canzoni e, a conti fatti, probabilmente potrei essere annoverato nella categoria degli “influenzatori” di musica 😀

  2. meo..... laura ha detto:

    La musica la senti dentro
    Al momento…..il momento.
    Non importa il genere
    Se dura….pop….melodica
    Senti quello che ti crea emozione….quel brivido che ti fa accapponare la pelle….quella è musica.
    E di qualsiasi genere sia è stupenda

    Marcello

  3. meo..... laura ha detto:

    Comunque se ti può rallegrare sono nato anche io con i deep purple.

    Marcello

  4. "Cippe's" ha detto:

    Ahahahahaahaha anche la mia mamma è una fan pazzesca di Gianni Morandi. Io però sono cresciuta con la musica di mio zio e dei miei amici del mare, che a 15 anni ascoltavamo i Doors, i Deep Purple, i Led Zeppelin, i Pink Floyd. Come dice giustamente Marcello non importa il genere, ma l’emozione che una canzone ti fa provare. Eh sì quella è musica! 😀

  5. D@g ha detto:

    Tutti siamo stati influenzati da qualcuno dal compagno di scuola alla fidanzata ai genitori… Poi il gusto personale si evolve con l’etá… Bel pezzo molto realista…

  6. Il Pinza ha detto:

    Hai aperto il vaso di pandora, adesso potrei scatenare l’inferno. Se normalmente posso sembrare indisponente ed antipatico , nell’ambito musicale risulteri insopportabile.

    Io tendo a giudicare le persone in base alla musica e la filmografia, già se uno mi si dovesse presentare come fan di Vasco, Liguabue o Ramazzotti o di Palermo oggi e distretto di Polizia, potrei troncare qualsiasi tipo di rapporto sul nascere. Semplicemente perché saprei già che con quella persona avrei molto poco da condividere.

    Specialmente per la musica sono molto rigido, per me è tutto, io sono un musicista mancato per la troppa pigrizia e la poca voglia di studiare ma la considero ugualmente parte di me. Già sapere che uno ascolta soltanto musica italiana mi fa rabbrividire, è sintomo del fatto che non ti piace la “musica” ma segui solo le “parole”. La dimostrazione è che la maggior parte dei fan di Vasco, Ligabue o Negramaro normalmente non ascoltano la musica Rock e non si accorgono nemmeno di quello che viene suonato ma seguono solo i testi delle canzoni.

    Mi fermo qui, il resto potrebbe risultare lungo, noioso ed antipatico.

  7. Francesco ha detto:

    Curiosissima prerogativa di voi femminucce, quella di assorbire i gusti e le passioni dei vostri fidanzati. Ho una galleria infinita di esempi, ma non me ne sono mai spiegato il motivo.

  8. mimimetallurggico ha detto:

    tutto bello e condivisibile, fino ai neomelodici. Sigh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...