Quello che volevo

Quello che volevo come sempre  non c’è  è  solo un po’ d’amore che diventa polvere. …
questa meravigliosa canzone di cremonini assieme alle domande delle mie amiche,  in questi giorni i hanno fatto pensare!
Ma io cosa è  che voglio?
A questa età dovrei volere matrimonio e figli ma li ritengo terrorizzanti convenzioni sociali,  certo è  che gli abiti bianchi lì guardo,  ma poi grazie al cielo penso che mi ingrassino e lascio correre.
Voglio l’amore con la a miuscola? Non so,  non credo,  altrimenti  poi se sono zuccherosa di cosa scrivo,  di che mi lamento? 
Ma allora che minchia voglio?
Emozioni. Si. Quelle.  Si si  a chili!  Voglio una persona che faccia di me la sua ispirazione,  una persona che senta la voglia ed il bisogno di correre da me anche solo per un bacio,  una persona che mi prenda così,  confusa e bislacca, che mi ami per come sono e rida di me,  che mi insegni ciò che sa,  che mi faccia tornare il sorriso quando non cè l’ho e mi faccia cagare in mano quando commetto qualche stronzata.  Una persona non banale, che mi dia sicurezza in un suo abbraccio e  zittisca le mie menate con un bacio. Uno che sospiri quando guardo le scarpe e che mi sfotta quando guardo il rugby,  che apprezzi entrambi i Miei mondi. Che legga di nascosto le mie cose solo per farmi un complimento inaspettato. Una persona che mi faccia svegliare col sorriso,  che non mi faccia mai guardare il telefono, qualcuno con una storia da raccontare.  Qualcuno non scontato. Che mi dia il dolce e  l’amaro. Che mi faccia stare sulle spine e mi regali un apprezzamento quando meno me lo aspetto. Qualcuno da scegliere ogni giorno. E che sappia completarmi. Qualcuno che quando faccia l’amore con me,  dopo non corra in bagno o a fumare ma resti lì,  dentro di me, dove il mio uomo deve stare,  e abbracciandomi poggi il suo naso sulla mia nuca e mi scriva parole di respiro sulla mia pelle nuda.
Forse voglio troppo,  forse ce l’ho già e non so apprezzarlo, forse sono finiti tutti e mi dovrò accontentare, forse sto cercando il sacro graal o forse arriverà quando meno me lo aspetto come dicono tutti.
Ma quando arriverà,  state sicuri, che io non ci sarò perchè  sarò a mangiare anacardi e bere birra rossa sulla riva del fiume, mentre aspetto i cadaveri dei miei ex passare. Quindi,  se lo vedete voi,  ditegli dove trovarmi.  Ah,  se porta delle rose,  cambiatele con delle orchidee,  che io non sono una tipa banale.
Scusate ma sto uscendo da sotto un tram o come direbbe qualcuno di mia conoscenza,  da sotto un triciclo! 🙂  sopportatemi!!!

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

39 risposte a Quello che volevo

  1. l’amore inteso come forti emozioni diventa spesso una droga, e si finisce per non vedere più persone ma pushers. Mi duole dirlo ma la popolazione femminile è particolarmente vulnerabile a questo vizio. E son davvero rari i maschietti disposti ad investire in una relazione ben sapendo di essere inevitabilmente transitori. Discorso molto sui generis, con le debite eccezoni e scambio di parti ovviamente, ma il clima generale è tristemente questo.
    bello e malinconico il post, mi è piaciuto… però vedi, hai parlato solo di ciò che vorresti ricevere e nemmeno una riga su ciò che vorresti dare. Capisci l’inghippo? L’Amore dovrebbe essere prima di tutto DARE
    buona giornata 🙂

  2. Gigi Atene ha detto:

    L’idea che i rapporti fra esseri umani, siano diventati ormai “cibo da fast food” e di una tristezza terribile (e temo vera), che la sensazione di “non essere sul menu”, almeno in questo caso, è quasi confortante… 🙂
    Ad ogni modo, sarà l’ora o il parlare di ragù, vado a magna’ e quindi:
    Buon appetito a voi… in tutti i sensi 😉

  3. lulasognatrice ha detto:

    Prima o poi lo troverai… non è una frase fatta.
    Magari troverai ciò che vuoi in ciò che non hai mai pensato di volere…
    O sai già quello che vuoi e magari è lì, davanti ai tuoi occhi, e non riesci a vederlo perché hai bisogno di una spinta.
    Sicuramente avrò qualche anno meno di te, ma credo che le donne (e gli esseri umani in generale) abbiano più o meno gli stessi bisogni…
    Scrivo questo, perché mi sono molto rivista nelle tue parole… parole che scrivevo fino a cinque mesi fa…
    Un abbraccio,
    Lucia 🙂

  4. cristinadellamore ha detto:

    Visto che io la persona con la quale fare tutto quello che comporta una vita l’ho già trovata i miei desideri si limitano proprio al matrimonio e ad un figlio (non necessariamente in quest’ordine).
    E lei è d’accordo con me, guarda un po’

  5. colpoditacco ha detto:

    Anche io ne vorrei uno così… se te ne avanza uno fammi un fischio… ahahha

  6. Gigi Atene ha detto:

    Lupo ululà, castello ululì… non ho resistito, portate pazienza 😉

  7. Frank ha detto:

    Alla nostra età si desidera una persona che ti faccia stare bene. Con la quale eventualmente progettare qualcosa, ma questo viene dopo. Il “metter su famiglia”…brrrr…mi fa venir voglia di scappare su un’isola deserta, se non viene dopo lo stare bene!Alla nostra etá concediamoci il lusso delle emozioni, piuttosto che pensare con ossessione al metterci un estraneo in casa, e magari farci un figlio. Lo stare bene prima di tutto, l’accettazione, la complicitá , la stima, il desiderio! Poi se gli astri lo prevedono, qualche fiore d’arancio

  8. "Cippe's" ha detto:

    Questo che vuoi per me è l’amore quello con la A maiuscola! Perché da ciniche quali siamo pensiamo che l’amore sia cosa troppo smielata e zuccherosa dimenticando invece che è un sentimento che racchiude mille emozioni. Io sono sicura che arriverà anche per te un uomo che si incastrerà perfettamente con te e ti darà tutto questo! Se l’ho trovato io che sono il cinismo fatta persona e che ormai stavo per gettare la spugna…figurati se non lo troverai tu! E comunque conta su di me che se arriva e non ti trova glielo dico io dove trovarti! Io mi sarei fatta portare i girasoli o meglio ancora i papaveri! 😂 Attenta però che la controindicazione è che poi anche tu mi diventi Pollyanna!! 😂 😂 😂

  9. Io e il Signor H ha detto:

    Il minimo è volere il massimo di ciò che possiamo avere.
    Mai accontentarsi, che la linea con l’abitudine e la noia si fa sempre più sottile… 🙂

  10. romolo giacani ha detto:

    Soprattutto, qualcuno che non abbia un’impresa di pompe funebri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...