Scazzamento ufficiale

Non c’è niente di peggio al mondo che avere una certa età, avere avuto molte storie serie, di conoscere a menadito quasi tutte le procedure che portano dalla conoscenza all’innamoramento e non godersele.
Non godersele perché sai già come va a finire.
Non godersele perché aspetti con ansia, come se lo volessi, quel punto di non ritorno, dove noia abitudine e soffocamento logorano in tutto.
E sai che accade, perché accade.
E stai li, come in ritardo alla fermata del bus, che attendi, attendi che la gioia di vederlo diventi scazzo, che la voglia di sbatterlo al muro e scoparlo a sangue diventi la trombata grigia del sabato, che la gita fuoriporta avventurosa diventi domenica all’ikea.
Te le aspetti così tanto che forse le piloti tu, come se dovessi giustificare la tua incostanza e attiri la noia prematuramente e vivi quei mesi che sono di idillio pensando sempre e solo al fatto che prima o poi lui ti scade e tu hai bisogno di altro.
E che non potrai fare questa vita per sempre che prima o poi la testa a posto la dovrai mettere e poi pensi che non potresti stare mai in un rapporto monotono e cerchi di allontanare questa possibilità. Praticamente vivi in un bipolarismo perenne.
Ti inventi di tutto pur di far durare quella parte bella, dove è tutto gioia e gaudio, più a lungo possibile. Lo vedi poco, siete sempre impegnati, scopate come nei peggiori bar di Caracas, ma sai che , per quanto tu possa sbatterti , la vecchia cara consolidata noia è li che aspetta e presto o tardi ti farà fare una stronzata, una stronzata dalla quale poi devi scappare e guarire per poi ricominciare da capo.
E no, non ti va, ti senti soffocare.
Non vuoi il fidanzamento ufficiale perché poi ti viene lo svezzamento ufficiale.
Meglio patire per qualcuno che tira l’amo a riva e gioca con te lanciando esche e aspettando che abbocchi per friggerti in padella , almeno li, non rischi Di annoiarti.

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

29 risposte a Scazzamento ufficiale

  1. ysingrinus ha detto:

    E questo spiega perché le donne hanno la passione per gli stronzi. Ma bisogna cercare di non vaticinarsi disgrazie con l’intento di farle avverare!

  2. "Cippe's" ha detto:

    Che noiosa che sei!

  3. colpoditacco ha detto:

    Ma il problema è che quello che tira l’amo, è vero non è noioso, ma ti fa prendere una musata di prima categoria, dove rischi di non salvare nemmeno i denti…. ahahah
    P.s. domenica all’Ikea…. maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii piuttosto vado a fare un giro al cimitero…

  4. frank ha detto:

    “Prima o poi lui ti scade…” ma te chi sei, Peter Pan? E’ normale che un rapporto evolva e maturi, purchè sia coltivato. Non è solo una cornucopia da cui attingere finchè ce n’è anzi, è un dare\avere, un lucido, appassionato delirio. Fatto di gioie e dolori, un costruire, non solo un “consumare”; si parla poco di questo aspetto, la noia dell’imprevedibile che diventa routine, solitamente dovuta a colui o colei che ” si siede”, si appoggia allo schienale del “dar per scontato il rapporto”; il tutto per la fatica del non esser stati noi stessi?
    Lo stronzo è un uomo solitamente disattento, immaturo, gigione, che fa bene una sola cosa: sedurvi. Non che sia un buon seduttore, di solito gli stronzi si limitano ad essere molto sicuri di se stessi e questo vi piace; ma vi conquistano perchè li scambiate per uomini validi, in grado di apportare valore alla vostra vita! E non vi accorgete che l’hanno vinta solo perchè si sono incuneati, manipolandovi, fra le vostre insicurezze. Spiazzante, ma vero! Per cui, fra uno stronzo e uno schiavo zerbino, cercatevi un uomo con due palle d’acciaio, correndo anche il rischio di annoiarvi -oh, che bestia nera la noia- ma soprattutto quello di avere quella vita ricca, meritata, a due sensi, che vi spetta!!

  5. Silvia ha detto:

    Con questi pensieri e convinzioni, la storia è già finita in partenza, tutto questo diventa deleterio!

    Date: Thu, 19 Nov 2015 09:19:57 +0000 To: silvia-1959@live.it

  6. giomag59 ha detto:

    Non disprezzate le domeniche all’Ikea! Le polpette sono buonissime. Al ritorno eventualmente montando un mobiletto ci può scappare qualcosina (tenere sempre a portata di mano il set di chiavi a brugola).

  7. basta piangere ha detto:

    Io credo che quando non si è innamorati all’inizio si possa intravedere la noia … Ma se la persona ti piace, non vedi l’ora di andarci all’Ikea! Di stare il week end con lui sul divano a vedere flim. Di tornare la sera a casa e raccontargli la tua giornata condividendone gioie e dolori.. Insomma, se ti piace, se c’è intesa mentale fisica emotiva non vedi l’ora di passare allo step successivo. Non vedi l’ora di superare la fase in cui ci si conosce con mille barriere, stando sempre in tiro, o sempre diffidenti… Secondo me Emily quel discorso li lo fa una che tenta di farsi piacere un tipo che non le piace, solo per paura di rimanere sola. Lo sò. Perchè quando mi hanno corteggiata tipi, di cui non sopportavo la presenza, lo humor, ma gentili, non orripilanti, ma per cui non avevo curiosità… facevo tutti questi discorsi ” Ma forse se aspetto un pò mi può piacere” ” devo accettare quello che viene” ” forse non merito di più”…. “Ho quasi trentanni cos’altro penso di trovare” ” forse è l’ultima spiaggia” Ma poi ho pensato al poveretto di turno e ho pensato che per amore suo non mio non meritasse di avere una donna che avesse paura di essere annoiata a morte da lui… pronta a scappare con altri stile Madame Bovary… Piuttosto sola. Ma sò che ci sono persone che mi intrigano, con cui passerei alla fase serenità…. Se continuiamo a farci piacere uomini che non ci piacciono, li disorientiamo e facciamo male a tutta la categoria, perchè poi si inacidiscono stile Frank… Meglio rimanere sole, e fare pochi danni. Anche se mi becco lo stesso i rimproveri di snob e inarrivabile … : ( capisco ciò che provi Emily, ma resisti! Sono sicura che hai incontrato ragazzi che ti ispiravano voglia di quotidianità, pigiama, niente trucco, file all’Ikea….

    • frank ha detto:

      Basta piangere hai colto il nocciolo della questione: più autostima.
      Ps. Io sono paziente come un simulacro indù su un letto di chiodi, ma a furia di avere a che fare con certi soggetti ci si inacidisce come un fiume sulla superficie di Venere durante le tempeste magnetiche!

    • Emily Dickinside ha detto:

      Il tuo discorso è un balsamo sulle ferite di tutti. Me le copio sul diario segreto. Ma ci sono persone che hanno avuto talmente tante storie che hanno bisogno di qualcosa di nuovo. IKEA va bene , film e pigiama ok ma si ha bisogno di credere che ci sia qualcosa di diverso che il mainstream non si ripeta più. Perché la routine finora ci ha fatto fallire

  8. frank ha detto:

    Ecco, pur non rientrando nella categoria di chi ha collezionato un mare di storie sono convinto, per quel che ho vissuto, e per questioni di rispetto di me stesso e della mia salute psicofisica, che l’amore sano, vero, potente, è quello solo a due vie: è uno scambio di correnti, acqua dolce e salata, mari caldi e placidi con mari freddi e tempestosi.
    Allora si che il motore dei sentimenti, della gaia accettazione reciproca, gira come si deve!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...