Incastrare formine

Quando un rapporto non va, quando lo sappiamo ma ci costringiamo a farlo andare a tutti i costi, per non restare sole, per non far del male, per non mandare tutto alle ortiche dopo averlo presentato alla mamma, quando accade questo io, vedo nella mia mente, una bambina che incastra una formina triangolare nel buco del quadrato.
Sappiamo fin da sempre, come lo sapeva la mia amica, che quel rapporto non funziona, perché ci abbiamo provato tante volte, perché ci sono troppe voci che ci dicono NO, perché si capisce che non si va d’accordo su nulla, eppure, per mille motivi e mezzo, ci proviamo. Forziamo quel triangolino nella formina sbagliata.
Alcune di noi morderanno le punte alla figura geometrica e la faranno entrare a forza, altre spaccheranno il buco dove infilarle in modo da farci entrare qualunque figura e forse riusciranno o forse falliranno, noi invece restiamo li a sbattere quel triangolino plastica contro plastica fin quando, pensiero dopo pensiero, prova dopo prova, riflessione dopo riflessione, capiamo che è sbagliato e ci alziamo lasciando il gioco li. Ci abbiamo provato in tutti i modi. Non era il giusto incastro.
Amen sorella.

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Incastrare formine

  1. luzzola ha detto:

    Ammettere quello che inizialmente sembra più un fallimento non è mai facile, soprattutto verso se stessi.

  2. Io e il Signor H ha detto:

    Assolutamente d’accordo con luzzola. Riconoscere che l’incastro non è quello giusto è spesso un fallimento a livello personale. Io sinceramente credo che però sia più fallimentare continuare a rimanere all’interno di una situazione che non funziona. Accettare che insieme non si funziona e volgere lo sguardo altrove è comunque simbolo di grande maturità. Non bisogna smettere di cercare la propria mezza mel…ehm…mezzo quadrato!
    Baci

  3. romolo giacani ha detto:

    A volte poi ce la prendiamo con la sabbia…troppo asciutta, scivola via, troppo bagnata non si stacca. E no, effettivamente non è facile ammettere che a volte, per quanto ci sforziamo, le forme non combaciano e non è neanche colpa di nessuno

  4. m3mango ha detto:

    Aggiungerei un elemento relativo: il tempo, che complica ulteriormente le cose. Quello che un tempo ti pareva perfetto, magari dopo certo periodo non lo è più. Le forme delle formine potrebbero sformarsi e non è colpa di nessuno, neanche in questo caso. Spero di non averi depressa troppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...