Her (IL film)

Ho visto questo film per la seconda volta a distanza di anni e per la seconda volta mi sono trovata a disquisire sulla trama.

Per chi non lo avesse visto, è un uomo solo che si innamora di un sistema operativo.

Non un sistema operativo Delle balle eh, uno serio con la voce da donna, capace di provare emozioni e sentimenti, di avere orgasmi, di aggiornarsi in base alle esigenze. Ora aldilà che lei, in quanto sistema operativo non era ‘fedele’ quello che mi sconvolge è che in questo film, stare con una ‘google Alexa evoluta’ sia normale.

La coppia di amici invita a cena te e il sistema operativo, mi ficcano un paio di auricolari nelle orecchie e interagiscono con lei come se esistesse, vai a fare una passeggiata con una telecamera nel taschino ed è come se lei fosse lì con te, le racconti le tue giornate, ti da consigli sul lavoro, ti legge un libro e ti fa fare anche sesso virtuale ma….

Ma… Tu continui a non avere nessuno nel tuo letto  (bene o male)

Continui a cucinare per uno (che in una ottica di risparmio non è male)

Continui fondamentalmente a essere da solo con una compagnia palliativa.

E allora mi sono chiesta:

L’amore è avere necessariamente qualcuno accanto o quella è pura ostentazione? È solo una prassi per essere socialmente accettati?  Si può amare anche un sistema operativo? Si può pensare di vivere una vita di amori virtuali o siamo talmente abituati alla presenza sociale della moglie con la cellulite che di un software non ce ne facciamo nulla?

Oppure, visto che adesso abbiamo la realtà virtuale, siri, cortana, Alexa, ci stiamo abituando a quelli che parlano da soli ma che non sono pazzi bensì hanno le cuffietta bluetooth, ci stiamo abituando a farci le pippe con le foto on line…. Non è che presto l’amore softwarizzato prenderà il posto di quello ‘antico’?

E sarebbe poi veramente un male ?(estinzione della specie a parte)

Io sono antica e quindi sono abituato all’immagine del mio compagno mutandone canottiera birra gelata e partita dell’italia ma se nascessi tra 20 anni, forse per me sarebbe naturale avere un fidanzato sistema operativo, stressarlo con le mille domande che faccio al mio ma tanto lui non si può rompere le balle che non le ha. Un fidanzato a cui non serve sapere dove sono i calzini nel cassetto, uno con cui parlare quando mi va, accendendo l’auricolare, uno che mi risolva i problemi senza sbuffare, per lo meno quelli virtuali. Uno per cui non cucinare ma con cui poter mangiare.

Inizio a pensare che prima o poi accadrà e vorrei essere viva per conoscere il fidanzato virtuale di una mia ipotetica nipote ed esordire con un …. ‘ai miei tempiiii…. 

Annunci

Informazioni su Emily Dickinside

un diamante dalle mille sfaccettature
Questa voce è stata pubblicata in istruzioni per l'uso. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Her (IL film)

  1. Evaporata ha detto:

    Prima o poi…

  2. Francesco ha detto:

    Ehi ciao! L’ho visto il film.. Inquietante!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...